Attenzione! Il recupero dei contenuti è ancora in corso.

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

2
Ciao a tutti,
all'inizio dell'anno ho inviato la mia proposta alla casa editrice in questione. Mi hanno risposto lo stesso giorno dimostrando di aver letto le mie note biografiche e informandomi di aspettare tre settimane per avere un rifiuto. Qualora non lo ricevessi, significherebbe che il mio manoscritto ha superato una selezione iniziale e sarà oggetto di un'ulteriore analisi.
Dopo tre settimane non ho ricevuto rifiuti e dopo qualche mese la casa editrice mi comunica, scusandosi per avermi fatto attendere a lungo, che il mio testo è stato respinto.
Peccato!
La mia esperienza dimostra due cose:
- leggono i testi che arrivano loro
- inviano una lettera di rifiuto. Non è una cosa che tutti gli editori fanno, anzi ce ne sono molti che scrivono sul loro sito che, se non si riceve comunicazione entro tot mesi, il manoscritto è da considerarsi respinto. Questa cortesia va a loro merito e per questo li ringrazio.
Sebbene la mia opera non sia andata in porto, si sono dimostrati gentili, seri e disponibili.
Alla prossima.

Edison

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

4
Ieri ho inviato una mia opera e nel giro di ventiquattr'ore ho ricevuto una lunga mail standard in cui dicono che nel giro di venti giorni decideranno se andare avanti o meno nel contatto. Si dilungano poi nell'indicare regole formali da seguire nella redazione del testo: niente avverbi, niente "d" eufoniche, eccetera. Concludono che, se il testo risulterà di loro interesse (secondo step, sei mesi di tempo per pronunciarsi), potrebbero richiedere un editing a spese dell'autore, o da editor esterni di sua scelta, o dagli stessi editor della CE. Quest'ultima eventuale imposizione mi lascia perplesso e smorza ogni entusiasmo. Nel caso in cui alla fine del percorso accettino l'opera a condizione che io paghi per un editing, non importa se da fatto da un editor di mia fiducia o da loro, risponderò picche, senza se e senza ma.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

5
Un paio di anni fa ho spedito loro un testo, ricevendo in risposta come gli altri una mail di spiegazioni dettagliate circa metodo e tempi di valutazione. Alla fine, proprio quando stava per essere messo sotto il mio romanzo ho "purtroppo" ricevuto una proposta da un'altra realtà (con la quale poi la pubblicazione non è andata in porto) e ho ritenuto corretto avvisare la Brè, chiedendo che il mio testo fosse rimosso dalla lista di valutazione. 
Ho trovato nel suddetto editore la massima disponibilità e cortesia, e all'epoca non mi pare che si fosse fatto alcun cenno circa un lavoro di editing a spese dell'autore, ma sono passati più di due anni e le cose potrebbero essere cambiate.
L'impressione che ho avuto comunque è che valutassero in maniera seria ciò che ricevevano.

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

6
Horselover Fat ha scritto: mer ago 03, 2022 6:08 pm
Un paio di anni fa ho spedito loro un testo, ricevendo in risposta come gli altri una mail di spiegazioni dettagliate circa metodo e tempi di valutazione. Alla fine, proprio quando stava per essere messo sotto il mio romanzo ho "purtroppo" ricevuto una proposta da un'altra realtà (con la quale poi la pubblicazione non è andata in porto) e ho ritenuto corretto avvisare la Brè, chiedendo che il mio testo fosse rimosso dalla lista di valutazione. 
Ho trovato nel suddetto editore la massima disponibilità e cortesia, e all'epoca non mi pare che si fosse fatto alcun cenno circa un lavoro di editing a spese dell'autore, ma sono passati più di due anni e le cose potrebbero essere cambiate.
L'impressione che ho avuto comunque è che valutassero in maniera seria ciò che ricevevano.
Se ricordo bene, la realtà con cui poi non hai pubblicato è la stessa con cui avrei dovuto fare una seconda pubblicazione, che poi ha chiuso i battenti senza neanche avvisare. Oggi la Brè menziona la probabilità di pretendere un editing a pagamento, fatto da loro o da altro editor a scelta dell'autore, e la menzione è in una lettera standard, rivolta, quindi, a tutti coloro che propongono una pubblicazione. Come già detto, la cosa mi raffredda, perché, secondo l'opinione che ho espresso ormai fino alla nausea, l'editore dovrebbe valutare il rischio e, se sceglie un'opera da pubblicare, assumerne tutti gli oneri. Staremo a vedere.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

7
Cheguevara, ricordi benissimo per quanto riguarda la realtà con cui entrambi abbiamo firmato.
Detto ciò, magari la Brè avrebbe comunque rifiutato il mio testo e non è che nutra un particolare rammarico. Semmai ho rimpianti per aver poi successivamente ri-firmato per quello stesso romanzo con una  CE che non era certo in cima alle mie preferenze, appena qualche giorno prima che mi arrivasse una proposta da una casa editrice di ben altra caratura, e che non ho potuto ovviamente accettare. C'est la vie, verrebbe da dire con una certa amarezza.
Tornando in argomento, non è raro ultimamente imbattersi in contratti in cui le CE scaricano sull'autore la questione editing, io stesso ho ricevuto un paio di proposte del genere, ma solo in un caso il servizio era indicato come obbligatorio (che si preferisse avvalersi degli editor interni alla CE o a un'agenzia esterna). Nell'altro caso si faceva semplicemente notare che se si voleva una correzione formale si poteva chiedere alla CE stessa o a professionisti esterni. A loro interessava solo ricevere un testo "accettabile".
Ora non so se la Brè si riferisca all'editing come a un obbligo, ma è certo che per molte piccole realtá questo genere di servizio è incluso solo sulla carta, perché poi, nei fatti, non è difficile ritrovarsi tra le mani un lavoro frettoloso e approssimativo.

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

8
Cheguevara ha scritto: mar ago 02, 2022 5:13 pm Ieri ho inviato una mia opera e nel giro di ventiquattr'ore ho ricevuto una lunga mail standard in cui dicono che nel giro di venti giorni decideranno se andare avanti o meno nel contatto. Si dilungano poi nell'indicare regole formali da seguire nella redazione del testo: niente avverbi, niente "d" eufoniche, eccetera. Concludono che, se il testo risulterà di loro interesse (secondo step, sei mesi di tempo per pronunciarsi), potrebbero richiedere un editing a spese dell'autore, o da editor esterni di sua scelta, o dagli stessi editor della CE. Quest'ultima eventuale imposizione mi lascia perplesso e smorza ogni entusiasmo. Nel caso in cui alla fine del percorso accettino l'opera a condizione che io paghi per un editing, non importa se da fatto da un editor di mia fiducia o da loro, risponderò picche, senza se e senza ma.
I venti giorni sono diventati cinquanta in assenza totale di riscontro. Forse il mese di agosto non conta, avranno chiuso per ferie. Staremo a vedere.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

9
Cheguevara ha scritto: mar set 20, 2022 10:00 am I venti giorni sono diventati cinquanta in assenza totale di riscontro. Forse il mese di agosto non conta, avranno chiuso per ferie. Staremo a vedere.
Ancora nessun segno di vita. Lo comunico solo per dovere di cronaca, la cosa non mi interessa in modo particolare, soprattutto perché sul probabile editing obbligatorio, come già detto, non sono affatto d'accordo. Però, i venti giorni...
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

10
Ho avuto a che fare con loro in modo parziale (leggasi "non sono arrivato alla firma"). Anche a me hanno comunicato che l'editing sarebbe stato a mio spese, inoltre mi hanno trattato con una notevole aria di superiorità perchè il mio virgolettato non rispettava i loro standard, dicendomi che era sbagliato a livello linguistico. Eppure io avevo rispettato la stessa impostazione con cui è uscito il mio primo romanzo per altra casa editrice, e nessun lettore, blogger o altri mi ha mai fatto notare l'errore. 
Dopo qualche settimana ho comunicato io a loro di interrompere la valutazione del mio romanzo. 
Meglio meno, ma meglio.

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

14
Cheguevara ha scritto: dom ott 30, 2022 10:11 am Per quanto riguarda il mio invio, nessuna nuova dopo tre mesi, altro che venti giorni. Cancellati.
Ho appena ricevuto una loro mail in cui, scusandosi per il ritardo nel rispondere, mi informano che l'opera da me proposta non ha superato il loro severo esame. Fin qui, nulla da eccepire, ritardo a parte. 
Si verifica, però, una strana coincidenza: in concomitanza con la loro mail, ne ricevo una da "Edizioni 999", in cui mi invitano ad inviare un manoscritto da pubblicarsi, appunto, con la modica spesa di 999 Euro. Inutile menzionare il tenore della mia istantanea risposta.
Siamo proprio al mercato delle vacche!

P.S.: orario di invio della mail Bré: 10,35; la mail di 999 è stata inviata alle 11,48. Mi puzza di lavorazione a ciclo chiuso.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

16
Horselover Fat ha scritto: sab nov 12, 2022 8:49 am
Ho capito bene? Questa gente ti avrebbe contattato di sua iniziativa, chiedendoti un manoscritto a caso da pubblicare?
Hai capito benissimo e la coincidenza di giorno e orari fa pensare qualsiasi persona dotata di normale intelligenza (a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca, sentenziò Belzebù) che ci sia un collegamento o un accordo tra Bré e 999. Per quanto riguarda la seconda, basta andare sul sito: niente selezione, niente editing: basta versare 999 Euro per venire pubblicati. Una stamperia ad alto costo spacciata per CE.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

17
Posso capire che non tutti abbiano gli strumenti e le competenze per impaginarsi un libro e autopubblicarselo su una delle innumerevoli piattaforme self (alcune delle quali non richiedono un solo spicciolo di spesa), ma davvero nel 2022 esiste gente disposta a versare l'equivalente (o quasi) di uno stipendio per vedere il proprio nome su una copertina?
Se questi ci provano, evidentemente sì.
Spero vivamente che i tuoi sospetti non debbano mai essere confermati, anche se io stesso, come diversi altri in questo forum e sul WD, ho ricevuto una controproposta a pagamento dall'affiliata di una CE noeap a cui avevo spedito un manoscritto. In quel caso, perlomeno, era una cosa dichiarata e si riferiva al medesimo invio.

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

18
Horselover Fat ha scritto: sab nov 12, 2022 10:02 am
Posso capire che non tutti abbiano gli strumenti e le competenze per impaginarsi un libro e autopubblicarselo su una delle innumerevoli piattaforme self (alcune delle quali non richiedono un solo spicciolo di spesa), ma davvero nel 2022 esiste gente disposta a versare l'equivalente (o quasi) di uno stipendio per vedere il proprio nome su una copertina?
Se questi ci provano, evidentemente sì.
Spero vivamente che i tuoi sospetti non debbano mai essere confermati, anche se io stesso, come diversi altri in questo forum e sul WD, ho ricevuto una controproposta a pagamento dall'affiliata di una CE noeap a cui avevo spedito un manoscritto. In quel caso, perlomeno, era una cosa dichiarata e si riferiva al medesimo invio.
Più che sospetto, per me è una quasi certezza. D'altro canto, Bré (che dovrebbe seguire questo forum, a meno che non gli freghi nulla dei giudizi degli addetti ai lavori) può sempre smentire, mettendoci la faccia.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

19
Buongiorno a tutti.
Mi permetto di rispondere a nome della Brè perché sono una collaboratrice da qualche anno.
Da quello che mi risulta Brè Edizioni è portatrice anche del marchio Eroscultura (dedicato alla letteratura erotica) e finisce lì. Non ho mai sentito parlare di 999 o altre case editrici. Penso che controllando la partita Iva o i dati societari si possa risalire all'intestatario.
Inoltre vorrei fare chiarezza sull'editing.
Sia Brè che Eroscultura si assumono il rischio di editing gratuito. 
Viene fatta una valutazione iniziale, leggendo alcune pagine, per capire se il testo ha grossi problemi a livello grammaticale perché, in questo caso, viene respinto all'istante.
Se viene accettato nella prima valutazione, allora inizia l'attesa vera e propria. Il testo viene letto da una serie di valutatori e, se accettato, viene sottoposto a editing e si seguono le varie fasi per la pubblicazione.
Può succedere, ed è successo, che un  testo venga approvato in sede di valutazione, ma poi l'editor ritenga che ci sia un lavoro troppo oneroso da fare. La Brè è, come tante, una piccola CE e non si può assumere l'incarico di tenere impegnati i collaboratori per troppe settimane su un testo. Solo in questo caso, viene contattato l'autore spiegandogli che la trama funziona, ma necessita di un editing approfondito. Ma il responsabile editoriale consiglia, sottolineo consiglia, un editing a pagamento, ma non dà  indicazioni di editor a cui rivolgersi, a meno che non vengano richieste. Quindi l'autore a quel punto è libero di decidere. A me sono capitati romanzi che sarebbero stati da riscrivere e da riprogettare. Impossibile da fare in qualche settimana.
Per quello che riguarda le virgolette, mi sono arrivati tra le mani testi che avevano i segni del maggiore e del minore. Se un autore non sa la differenza tra le caporali e i simboli del maggiore e del minore, un editore deve fare finta di niente? Lo so che ci si mettono tre secondi a trasformali in caporali, ma scherziamo, vero?

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

20
La mia esperienza con Brè è la seguente: in agosto mi telefona un signore sul mio cellulare, chiedendomi se sono ancora interessato a pubblicare con loro in quanto il mio romanzo è scritto bene e "non è poco". 
Il giorno dopo mi arriva una mail da parte di una signora che mi annuncia che non mi pubblicheranno in quanto "il mio romanzo non venderà".
A me questo comportamento è sembrato un po' erratico, ma forse mi è sfuggito qualcosa. Mah!

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

21
Emiliano S. ha scritto: mar nov 22, 2022 7:13 pm La mia esperienza con Brè è la seguente: in agosto mi telefona un signore sul mio cellulare, chiedendomi se sono ancora interessato a pubblicare con loro in quanto il mio romanzo è scritto bene e "non è poco". 
Il giorno dopo mi arriva una mail da parte di una signora che mi annuncia che non mi pubblicheranno in quanto "il mio romanzo non venderà".
A me questo comportamento è sembrato un po' erratico, ma forse mi è sfuggito qualcosa. Mah!
Accadono cose strane, non c'è dubbio. Che nello spazio di 24 ore due persone facenti parte della stessa struttura ti diano risposte contrastanti si potrebbe forse capire se accadesse in una CE megagalattica, ove per avventura il tuo lavoro abbia subito una duplicazione e sia finito in due sezioni diverse che si occupano della stessa materia. Ma Bré è una piccola CE, come dice @AlleFra nel suo intervento. Un'altra spiegazione potrebbe essere che la piccola CE operi come azienda diffusa, cioè con tutti collaboratori free-lance esterni, scollegati tra loro e che, per un errore, la tua opera sia finita sotto esame di due persone differenti. Certo che, se così fosse, la CE avrebbe tante facce quanti sono i collaboratori, uno dei quali sembra disposto a pubblicarti mentre un altro, addirittura, risulterebbe, oltre che editor, esperto di marketing. Oppure l'editor ha detto sì e l'esperto di marketing ha detto no, ed entrambi ti hanno contattato, l'uno all'insaputa dell'altro. Il fatto, poi, che come dice @AlleFra, lo stesso manoscritto venga letto da una serie di valutatori, aggiunge qualche perplessità: di quanti collaboratori dispone questa piccola CE?
In merito, poi, alla storia della 999 che mi ha proposto la pubblicazione al buio, pagando s'intende, a un'ora e mezza dal rifiuto della Brè, due sono le cose: o tra le due CE c'è un accordo, o il sistema informatico della Brè è un colabrodo cui chiunque può attingere.
A scanso di equivoci, tengo a precisare di non aver nulla contro la Brè, il cui rifiuto del mio scritto è perfettamente legittimo. E' che sono un po' prevenuto nei confronti dell'intero sistema editoriale attuale, credo a ragione, viste le discrasie e le incongruenze che ognuno può rilevare, per esempio, in questa stessa discussione.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

22
Caro Cheguevara, tralasciando il singolare tempismo con cui ti è pervenuta la proposta generica da questa "999", ci possono essere comunque altre (e assai spiacevoli) spiegazioni per la mail che hai ricevuto. In primis, c'è da considerare che sui nostri telefonini navighiamo in internet costantemente connessi col nostro account google (mail e telefono viaggiano assieme alle nostre ricerche) e i tuoi interessi, così come i miei o di chiunque altro, sono ben catalogati, oltre che sin da subito associati ai vari recapiti. 
Né in  questa evenienza, né in quella da te immaginata, c'è comunque da stare allegri.

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

23
Horselover Fat ha scritto: mer nov 23, 2022 8:18 am Caro Cheguevara, tralasciando il singolare tempismo con cui ti è pervenuta la proposta generica da questa "999", ci possono essere comunque altre (e assai spiacevoli) spiegazioni per la mail che hai ricevuto. In primis, c'è da considerare che sui nostri telefonini navighiamo in internet costantemente connessi col nostro account google (mail e telefono viaggiano assieme alle nostre ricerche) e i tuoi interessi, così come i miei o di chiunque altro, sono ben catalogati, oltre che sin da subito associati ai vari recapiti. 
Né in  questa evenienza, né in quella da te immaginata, c'è comunque da stare allegri.
Mah, nel mio caso, però, la navigazione avviene soltanto a mezzo pc, perché non ho mai voluto possedere uno smartphone tramite cui essere perennemente connesso: ho un vecchio telefonino che uso soltanto, appunto, per telefonare. Non metto in dubbio che anche tramite i collegamenti del pc si venga catalogati per quanto riguarda ricerche e interessi: infatti ho ricevuto via mail proposte non gradite da parte di qualche agenzia che voleva vendermi servizi editoriali. Rimane la strana coincidenza  Brè-999 e io a coincidenze di questo tipo sono portato a non credere, magari perché quando si parla di editoria sono piuttosto scettico in generale, avendone motivo.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa editrice] Bré edizioni

24
Ri-ciao a tutti.
Ho capito di non essermi spiegata bene.
@Emiliano S. secondo me le cose dovrebbero essere andate in questo modo (perché so che è così che funziona). Il direttore editoriale, dopo la valutazione iniziale che riguarda l'aspetto grammaticale - quindi siamo nella seconda fase dopo rimanete in attesa per mesi - chiama l'autore soprattutto per sapere se il testo è ancora disponibile (perché nel frattempo potreste essere stati contattati da altre CE) e avvisa che è iniziata la valutazione che porterà poi alla fase di editing e successive. Aggiungo per @Cheguevara che i valutatori (che si sono offerti volontari e lo fanno gratuitamente) sono tre o quattro, ora non ricordo con esattezza. 
Torniamo all'iter. Si inizia a leggere il testo. Bene: è scritto bene, la trama sembra reggere, si può procedere con la lettura. Sentiamo dall'autore se è ancora disponibile a pubblicare.
Se c'è la risposta affermativa, un editore deve però considerare vari aspetti (e di questi ce ne occupiamo io e il direttore editoriale). Può avere un riscontro di pubblico? Necessita di un editing approfondito? E da qui si prendono le decisioni del caso. 
Spero di essere stata più chiara, in ogni caso, non esitate a chiedere.
Rispondi

Torna a “Case editrici Free”

cron