Re: I sogni del primo corpo - 2.Risveglio

2
Ciao Bob, per iniziare devo dire che l'idea di sognare con il corpo contiene già un'idea molto forte. Il sogno è un momento libero della mente che gioca con la nostra memoria e il nostro vissuto. Invece qui si rimarca la fisicità dei pensieri. La loro densità corporea. 
Mi sembra che il tuo sia un racconto per immagini e versi. Le illustrazioni sono efficaci, spesso ci ho trovato un contrasto di toni e luci, tra un lato più oscuro e uno più luminoso. Il dentro è oscuro, il fuori ha colori più vivi. Però spesso nel fuori troviamo il sogno in una sorta di ribaltamento: allora il dentro è il corpo e la sua oscurità che è peso e gravità.
La composizione sembra caratterizzarsi per una densità emotiva che definirei tattile, ovvero opposta a un volo ideale. Accarezza le cose che sono sempre qualcosa di definito e non di idealizzato.
È nel disincanto che si cerca la bellezza e in essa la luce. 

Re: I sogni del primo corpo - 2.Risveglio

3
Anglares ha scritto: nel disincanto che si cerca la bellezza e in essa la luce. 
Per qualche ragione tutta da definire questa frase  coglie nel segno, non solo nello specifico di questo video ma nell'intero mio approccio al mondo dell'arte,di qualsiasi natura essa sia.  Disincanto è in effetti una parola che mi rappresenta,credo,e quello su cui istintivamente vado a puntare potrebbe essere un nuovo romanticismo. Nuovo per me. Magari esiste già. Probabilmente esiste già. Sicuramente esiste già. Grazie del bel commento,Ang. Ciao.
https://junionpan66.wixsite.com/in-out
Rispondi

Torna a “Contaminazioni”