L'ultima stella

1
(dal WD- Black poetry)

Sullo specchio immobile di luce
inarrestabile
corse lo sguardo.
Non ricordo la strada,
laggiù
il sole al tramonto scompare,
dove bisogna andare?
Voglio una mano sulla spalla,
un frammento di cielo
libero
oltre l’orizzonte,
sentire la corteccia del tronco
sotto le dita.
Non c’è ancora a, sta diventando buio
e di notte
nella luce di pietra,
una luna densa
rossastra
si addentrò fra le case
si accucciò dentro una pioggia
di scintille
soffiò dolcezza prese vita
senza capire in silenzio cosa sarebbe accaduto.
Non c’è posto per noi sotto questo cielo.
Da quella parte
verso nord
una lucina su una montagna
come un sole lontano
sognante
è l’ultima stella.
Andrà tutto bene,
te lo prometto.