Attenzione! Il recupero dei contenuti è ancora in corso.

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

3
Nedo ha scritto: dom mar 28, 2021 4:16 pm Lentissimi nel rispondere, secondo la mia esperienza. Inviai loro un mio romanzo circa tre anni fa e si fecero vivi (con una telefonata in cui esprimevano giudizio positivo sul testo e volontà di pubblicarlo) dopo oltre un anno e mezzo. Il romanzo era già stato pubblicato da altro editore.
Meglio tardi che mai! Mi chiedo, però, che senso abbia lasciar trascorrere un tempo così lungo. Forse la supponenza che uno scrittore esordiente non abbia da fare altro che attendere il loro illuminato responso? Bah.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

4
Per me fu l'opposto.

Risposta dopo meno di un mese con esito positivo. La mia sensazione è stata che ci fosse troppo distacco, un metodo molto schietto di parlarti ma troppo freddo. Furono assolutamente realisti su presentazioni e distribuzione. Decisi di rifiutare ma ancora oggi sono loro grato per la proposta. Mi sembrano un po' larghi di maniche nella scelta dei testi "degni di pubblicazione".

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

5
A me di questo editore non convince proprio il nome. "Porto Seguro" per chi? Evidentemente, per chi intende pubblicare con loro, non per il lettore. A prescindere se "free" o meno, temo che rientri nel novero dei piccoli editori che si rivolgono più agli autori (e alle loro cerchie) che non ai lettori. 
Uno sguardo alla pagina Facebook me lo conferma: "pubblichiamo gratis i tuoi libri", a caratteri cubitali in copertina... 
No grazie. Nemmeno gratis, per quel che mi riguarda. 
Le regole del cavaliere

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

6
Wanderer ha scritto: A me di questo editore non convince proprio il nome. "Porto Seguro" per chi? Evidentemente, per chi intende pubblicare con loro, non per il lettore. A prescindere se "free" o meno, temo che rientri nel novero dei piccoli editori che si rivolgono più agli autori (e alle loro cerchie) che non ai lettori. 
Uno sguardo alla pagina Facebook me lo conferma: "pubblichiamo gratis i tuoi libri", a caratteri cubitali in copertina... 
No grazie. Nemmeno gratis, per quel che mi riguarda. 
Come dicevo, a me sono parsi molto realisti e diretti, ma troppo distaccati. Per questo rifiutai.

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

7
Anche io a suo tempo mi sono rivolto a Porto Seguro Editore. Mi risposero dopo pochi mesi, una telefonata per invitarmi a un colloquio presso la loro sede. Andai e fu una delusione totale. La cosa che sembra loro interessare maggiormente – e che l'incaricata della casa editrice con cui parlai mi chiese espressamente – è che l’autore prenda (acquistandole oppure in conto vendita) almeno 50 copie del libro (sulle cento copie che per contratto vengono stampate come numero iniziale) per venderle direttamente nella sua cerchia dei conoscenti o in occasione di presentazioni che lui stesso organizzi. Rifiutai, non parendomi questo un corretto rapporto fra autore ed editore ma una situazione ibrida dove l’autore diventa una specie di agente di commercio dell’editore. Può darsi che sia giusto, e non critico chi accetti tale sistema, ma a me non piace. E ancor meno piace che a tale tipo di rapporto non si faccia assolutamente alcun cenno sul loro sito.

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

9
Cheguevara ha scritto: @Cacciugo La tua narrazione è sufficiente ad inserire questa CE tra le EAP e, quindi, a depennarla dall'elenco di CdM? Segnalo allo Staff.
  io rifiutai la loro proposta perché non mi fecero sentire speciale, l'impressione è stata che pubblichino davvero tanto, se non tutto. Detto questo, mi parlarono dell'acquisto di copie ma non era assolutamente obbligatorio, quindi credo rimanga tra le "Free".

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

10
B.B. Mutt ha scritto:   io rifiutai la loro proposta perché non mi fecero sentire speciale, l'impressione è stata che pubblichino davvero tanto, se non tutto. Detto questo, mi parlarono dell'acquisto di copie ma non era assolutamente obbligatorio, quindi credo rimanga tra le "Free".
Credo che la collocazione giusta per questa CE sia fra le "doppio binario". Non è solo free e non è solo a pagamento.

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

12
Confermo quanto detto da @Cacciugo. Mandai loro un manoscritto in pieno lockdown e mi risposero dopo 3 (tre) giorni. Da non crederci... Combinammo un appuntamento in videochiamata e, dopo avermi assicurato (per voce del titolare della editrice) che avevano letto e valutato positivamente il manoscritto (dopo tre giorni) mi proposero l'acquisto "volontario" di almeno 50 copie a titolo di "garanzia" del mio coinvolgimento nel progetto editoriale.
Nulla di scritto, naturalmente, e alla mia domanda se quella dell'acquisto copie era una condizione necessaria per la pubblicazione, il titolare mi rispose di si. Vista la mia perplessità, loro non si sono fatti più sentire, tanto per dire quanto positivamente li aveva colpiti il mio manoscritto.
La mia sensazione è quella che questa editrice sia una sorta di franchising editoriale, con più sedi autonome in varie città che fanno riferimento a una casa madre. Per questo motivo sostengono di essere una delle editrici più prolifiche in Italia. Nulla da dire sull'operazione commerciale; ognuno di noi fa quello che vuole con le proprie opere, ma sarebbe più corretto, viste le testimonianze, collocarla nelle editrici a doppio binario.

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

13
Alatriste ha scritto: Confermo quanto detto da @Cacciugo. Mandai loro un manoscritto in pieno lockdown e mi risposero dopo 3 (tre) giorni. Da non crederci... Combinammo un appuntamento in videochiamata e, dopo avermi assicurato (per voce del titolare della editrice) che avevano letto e valutato positivamente il manoscritto (dopo tre giorni) mi proposero l'acquisto "volontario" di almeno 50 copie a titolo di "garanzia" del mio coinvolgimento nel progetto editoriale.
Nulla di scritto, naturalmente, e alla mia domanda se quella dell'acquisto copie era una condizione necessaria per la pubblicazione, il titolare mi rispose di si. Vista la mia perplessità, loro non si sono fatti più sentire, tanto per dire quanto positivamente li aveva colpiti il mio manoscritto.
La mia sensazione è quella che questa editrice sia una sorta di franchising editoriale, con più sedi autonome in varie città che fanno riferimento a una casa madre. Per questo motivo sostengono di essere una delle editrici più prolifiche in Italia. Nulla da dire sull'operazione commerciale; ognuno di noi fa quello che vuole con le proprie opere, ma sarebbe più corretto, viste le testimonianze, collocarla nelle editrici a doppio binario.
Esattamente quello che accadde a me, proposta di acquisto "volontario" di 50 copie quale prova di mio coinvolgimento nel progetto editoriale e condizione essenziale perché mi pubblicassero. La cosa scorretta, a mio parere, è che questa parte della loro procedura di selezione dei testi che poi pubblicano è del tutto taciuta nel contratto editoriale. Te lo dicono a voce  durante il "colloquio per conoscere l'autore".

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

14
Ciao,
sono stato recentemente contattato da questa casa editrice a circa un mese dall'invio di una mia proposta editoriale. Al telefono mi hanno spiegato la loro intenzione di fare presentazioni nella zona di residenza dell'autore. In una di queste io avrei dovuto portare parenti e amici a cui rifilare vendere il mio testo. Quando ho risposto di non avere followers da contattare (e onestamente mi sarei sentito in imbarazzo a doverli convocare solo per appioppargli il libro), la persona dall'altro capo mi ha spiegato che senza un network consolidato di possibili lettori non ci sarebbero state possibilità di ulteriore sviluppo in quanto la CE non è una on-lus.
Rispetto ad altri utenti del forum mi reputo fortunato poichè non mi è stato chiesto di acquistare copie del mio romanzo, però mi sto domandando che cosa mi servirebbe una qualunque casa editrice se fossi capace di vendere da solo le mie produzioni letterarie.
Alla prossima.

Edison

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

15
   Buonasera, nel 2019, quando ho pubblicato con PS, non si richiedeva l’acquisto copie obbligatorio. Tuttavia questa casa editrice, anche in questo caso riporto la mia esperienza comune però ad altri autori che conosco, non paga le royalties: a me è arrivato in ritardo un rendiconto molto fantasioso che ho comunque accettato, dopodiché nulla malgrado i miei numerosi solleciti (e ormai sono passati molti mesi e dovrebbe essere già stato inviato il successivo). Sarei curioso di sapere se c’è qualcuno che è stato pagato trai loro autori che frequentano questo sito.

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

16
Edison ha scritto: Quando ho risposto di non avere followers da contattare (e onestamente mi sarei sentito in imbarazzo a doverli convocare solo per appioppargli il libro), la persona dall'altro capo mi ha spiegato che senza un network consolidato di possibili lettori non ci sarebbero state possibilità di ulteriore sviluppo in quanto la CE non è una on-lus.
Surreale: invece di fornire garanzie sul fatto che hanno un network consolidato, come dovrebbe avere un editore, chiedono garanzie all'autore.
Non si capisce in base a che logica, se l'editore non è una Onlus, lo dovrebbe essere l'autore, lavorando gratis al posto dell'editore.
Le regole del cavaliere

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

17
Mi pare che le testimonianze non manchino: che aspettiamo a depennarli (domanda rivolta allo Staff)? Al limite, si può invitare il legale rappresentante di questa CE a fornire pubblicamente la sua versione, dandogli termine: nella (probabile) assenza dell'intervento, fanc depennare.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

19
Sblocco la discussione, in quanto dopo un confronto con la casa editrice Porto Seguro e una verifica delle passate testimonianze, risulta che si tratti di una CE totalmente free.

Non c'è obbligo di acquisto copie, ma viene offerto all'autore la possibilità di acquistarle o averle in conto vendita per le proprie presentazioni. Il ragionamento che fa la CE, se non ho travisato, è che se un autore non prenota copie per le presentazioni significa che non ha intenzione di impegnarsi in prima persona nella promozione ma si affiderà al 100% al solo lavoro della casa editrice.
«La purezza è per l'acqua potabile, non per le persone.» (Bobby Henderson - Secondo condimento)
«Perché l'affare funzioni serve che tu voglia qualcosa in cambio di niente.» (Hustle - I signori della truffa)
«Questa idea di purezza ideologica, il fatto che non si debbano mai fare compromessi, tutte queste cose, beh, dovreste superarle rapidamente. Il mondo è un casino.» (Barack Obama)

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

21
swetty ha scritto: lun lug 19, 2021 3:50 pm Sblocco la discussione, in quanto dopo un confronto con la casa editrice Porto Seguro e una verifica delle passate testimonianze, risulta che si tratti di una CE totalmente free.

Non c'è obbligo di acquisto copie, ma viene offerto all'autore la possibilità di acquistarle o averle in conto vendita per le proprie presentazioni. Il ragionamento che fa la CE, se non ho travisato, è che se un autore non prenota copie per le presentazioni significa che non ha intenzione di impegnarsi in prima persona nella promozione ma si affiderà al 100% al solo lavoro della casa editrice.
Premesso che non ho mai avuto direttamente a che fare con questa CE, mi sono formato, sulla base dei vari interventi, incluso quello della CE medesima, la seguente opinione:
1) sono molto larghi di manica nelle valutazioni, in cui la qualità dello scritto è collocata ai margini, in favore del numero di follower di cui l'autore dispone sui social;
2) conditio sine qua non per pervenire alla pubblicazione, è che l'autore acquisti (non per imposizione contrattuale, perché in caso contrario non ci sarà alcun contratto) un certo numero di copie, e/o se ne faccia inviare in conto vendita;
3) l'abusatissima motivazione di quanto di fatto preteso al punto 2) è che se l'autore non è disposto a sbattersi per vendere, perché mai dovrebbe farlo l'editore;
4) la CE non paga le royalties, visto che su questo elemento non certo secondario non ha ritenuto di contestare le affermazioni di un autore, o quantomeno accennare a una spiegazione.
Per i motivi suesposti, non mi pare che sia importante la collocazione o meno della CE tra le "free": io comunque non invierei ad essa un mio scritto, neanche se fosse l'unica CE disposta a pubblicarlo.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

22
Sono stato contattato di recente (a circa un mese dall'invio del manoscritto) con esito positivo e l'invito a presentarmi presso una loro sede per un colloquio conoscitivo. A dire il vero, mi lascia perplesso un faccia a faccia "in presenza" il cui scopo francamente mi sfugge (sono stato fin qui contattato da diverse CE, e mai con la richiesta di un confronto che non fosse prettamente telefonico), senza nemmeno una bozza di contratto sulla quale basarmi per decidere se valga o meno la pena prendermi mezza giornata di lavoro. Mi chiedo cosa vogliano "vedere" o sapere che richieda la mia presenza fisica.
Qualcuno che abbia ricevuto il medesimo invito sa spiegarmene la ragione effettiva?
Di certo, dopo quanto letto in questa discussione, le mie riserve non possono che aumentare.

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

23
Horselover Fat ha scritto: mar lug 20, 2021 10:38 am Sono stato contattato di recente (a circa un mese dall'invio del manoscritto) con esito positivo e l'invito a presentarmi presso una loro sede per un colloquio conoscitivo. A dire il vero, mi lascia perplesso un faccia a faccia "in presenza" il cui scopo francamente mi sfugge (sono stato fin qui contattato da diverse CE, e mai con la richiesta di un confronto che non fosse prettamente telefonico), senza nemmeno una bozza di contratto sulla quale basarmi per decidere se valga o meno la pena prendermi mezza giornata di lavoro. Mi chiedo cosa vogliano "vedere" o sapere che richieda la mia presenza fisica.
Qualcuno che abbia ricevuto il medesimo invito sa spiegarmene la ragione effettiva?
Di certo, dopo quanto letto in questa discussione, le mie riserve non possono che aumentare.
Credo che la motivazione sia quella di evitare di fare certe proposte non solo per iscritto, ma anche per telefono, a scanso registrazioni. Non ne vedo altre plausibili, a meno che non vogliano controllare se l'autore ha una presenza accattivante in funzione dei futuri eventi promozionali. Sempre più lontani dalle caratteristiche di un editore serio.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Casa Editrice] Porto Seguro Editore

25
Horselover Fat ha scritto: mar lug 20, 2021 12:43 pm In effetti, l'idea che mi si intendesse valutare per l'eventuale "presentabilità" mi aveva sfiorato. Spero non sia così, e comunque non ho né followers da portare in dote né le qualità (fisiche o orali) da imbonitore. 
Ahi, ahi, nell'attuale panorama editoriale avrai vita difficile!
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]
cron