Attenzione! Il recupero dei contenuti è ancora in corso.

Re: [Casa Editrice] Delos Digital

3
Ciao, ho inviato il mio manoscritto ad inizio gennaio e il signor Luigi Pachi' mi ha contattata tramite email il giorno dopo chiedendomi di rileggere l'elaborato per correggere la punteggiatura. Per tutto il mese ci siamo scambiati delle email ( nel frattempo mi ha chiesto la sinossi dettagliata) e poi mi ha scritto che avrebbero valutato. Sono trascorsi pochi mesi quindi sono in attesa🙈, però ho ricevuto subito una risposta. Esperienza positiva. Altre CE invece non hanno mandato neppure la mail di avvenuta ricezione.

Re: [Casa Editrice] Delos Digital

4
Io ho pubblicato un libro con loro. Fanno un editing molto leggero, senza intervenire pesantemente sul libro, va avendo pubblicato un solo libro con loro, il mio è un giudizio parziale. Non sono male, rispetto ad altri. Non fanno molta pubblicità, ma purtroppo questo penso sia comune al 90% delle piccole case editrici. Comunque a parte questo pagano regolarmente le royalties e fanno il resoconto delle copie vendute mi pare una volta all'anno. Se potenziassero il discorso ufficio stampa e promozione, credo potrebbero diventare una delle casse editrici di libri elettronici più interessanti sul mercato. 

Re: [Casa Editrice] Delos Digital

5
Mattia Van ha scritto: Ho sentito dire che non mandano più l'avviso di avvenuta ricezione e rispondono solo in caso di esito positivo. Qualcuno sa dirmi se è così?
Nel mio caso, mi hanno contattato per notificarmi il rifiuto. In occasione di un precedente invio, peró, mi avevano notificato la ricezione (cosa che stavolta non era accaduta), ma poi non si sono fatti più sentire.
Credo dipenda da chi prende in carico il manoscritto. 

Re: [Casa Editrice] Delos Digital

6
Ho inoltrato una proposta editoriale indicando la collana in cui si sarebbe potuto collocare il mio romanzo, così come richiesto da loro.
Mi hanno risposto a stretto giro che, vista la mole di proposte che giunge in redazione, se avevo fretta avrei potuto sfruttare l'annuale concorso Odissea per farmi leggere e valutare. Questo avveniva un anno fa. Ovviamente il concorso, i cui finalisti sono usciti da poco, non è andato bene. 
Ora resto nel dubbio se insistere con la mia precedente proposta, già inoltrata per canali ordinari - e forse nel frattempo cestinata - o rassegnarmi.
P.S. ho già pubblicato con Delos, un racconto a quattro mani, ma la quantità di lavoro che trattano evidentemente non permette nessuna corsia preferenziale. Immagino sia un punto a loro favore. O forse no?... Credo che dipenda dal punto di vista.

Re: [Casa Editrice] Delos Digital

7
Phabyosh ha scritto: ho già pubblicato con Delos, un racconto a quattro mani, ma la quantità di lavoro che trattano evidentemente non permette nessuna corsia preferenziale. Immagino sia un punto a loro favore. O forse no?... Credo che dipenda dal punto di vista.
Nel loro catalogo mi pare ci siano molti autori "ricorrenti". Forse sbaglio, ma un occhio di riguardo, un canale preferenziale per chi ha già pubblicato, è possibile che sia previsto.
Comunque tentar non nuoce, e potresti ripresentare il manoscritto in valutazione, invio spontaneo e concorsi sono cose molto diverse. 

Re: [Casa Editrice] Delos Digital

8
Horselover Fat ha scritto: Nel loro catalogo mi pare ci siano molti autori "ricorrenti". Forse sbaglio, ma un occhio di riguardo, un canale preferenziale per chi ha già pubblicato, è possibile che sia previsto.
Comunque tentar non nuoce, e potresti ripresentare il manoscritto in valutazione, invio spontaneo e concorsi sono cose molto diverse. 
Ho provveduto a propormi così come hai consigliato ma, facendo valere il giudizio non proprio bellissimo uscito dalla selezione del concorso (di cui sono stato messo a parte per mezzo di una spietata valutazione in PDF) la CE mi ha rifiutato su due piedi, bontà loro.
Per quanto riguarda la ricorrenza dei nomi, beh sarebbe da ingenui negare che le vie della Delos, come di qualsiasi altra CE, passano anche dalle rubriche telefoniche personali (o dalle liste di amicizie su FB).
In ogni caso ritengo di aver avuto un trattamento giusto: nessuna via preferenziale, nonostante abbia già pubblicato con loro, nessun trattamento di favore nel concorso e un bel due di picche a fronte di una valutazione non entusiasmante. Se altri, anche per vie traverse, riescono dove io ho fallito, che dire? Chapeau! Merito loro e certo nessun demerito alla Delos. Ognuno, qui, fa il suo mestiere.
Rispondi

Torna a “Case editrici”