Attenzione! Il recupero dei contenuti è ancora in corso.

Montag editore

1
https://www.writersdream.org/forum/foru ... omment-633


Ciao a tutti vi riporto in breve la mia esperienza con questa casa editrice le conclusioni traetele voi...

Sono stato pubblicato senza spese da questa casa editrice e su questo nulla da dire. Quando ci comunichi devi essere fortunato a chi ti risponde dalla redazione, non si firmano mai se non con un "La redazione" e forse un motivo c'è. Alcune volte ti rispondono educatamente, altre volte... lasciamo perdere per decenza. Non curano le opere come si dovrebbe, non fanno editing, e la correzione delle bozze lascia tutti i refusi possibili e immaginabili... i libri somigliano a quaderni dal costo spropositato. Quindi è praticamente impensabile la vendita in libreria di testi al costo di 15 o 18 euro di autori sconosciuti. Tralascio i termini del contratto poco favorevoli all'autore.
Come scritto per la serie le fenici, i libri sono praticamente quaderni con caratteri di stampa piccoli che non facilitano la lettura. Un lettore in libreria gli scarta subito per l'aspetto e l'alto costo (tra i 15 e i 18 euro per libri tra le 150 e le 200 pagine). I tempi di consegna se acquistati su piattaforme di negozi on line, sono lunghissimi 3 - 4 settimane, che non invitano all'acquisto e con amazon mi dissero che non distribuivano. 
Non credo che proporrò mai più un opera a questa casa editrice, rischi di bruciarti un buon testo. 
Ciao

Re: Montag editore

2
buonasera,

in redazione ci chiedevamo quando saremmo apparsi nel sito, cominciavamo a preoccuparci... :-)



Quando ci comunichi devi essere fortunato a chi ti risponde dalla redazione, non si firmano mai se non con un "La redazione" e forse un motivo c'è. Alcune volte ti rispondono educatamente, altre volte... lasciamo perdere per decenza. 

è facile dire che siamo maleducati, capisco che la sensibilità è qualcosa di molto soggettivo, ma se potesse citare passaggi di mail in cui "lasciamo perdere per decenza", sarebbe meglio, no? lanciare accuse generiche non è molto carino, e rischia di far passare per maleducato (eufemismo) proprio chi lo fa.


Non curano le opere come si dovrebbe, non fanno editing, e la correzione delle bozze lascia tutti i refusi possibili e immaginabili...

non facciamo editing, e lo diciamo. in quanto alla correzione delle bozze, può succedere, è successo, che qualche volta un libro sia stato pubblicato con delle sviste, ma quando un autore ce l'ha segnalato, abbiamo ristampato.



 i libri somigliano a quaderni dal costo spropositato. Quindi è praticamente impensabile la vendita in libreria di testi al costo di 15 o 18 euro di autori sconosciuti. Come scritto per la serie le fenici, i libri sono praticamente quaderni con caratteri di stampa piccoli che non facilitano la lettura. Un lettore in libreria gli scarta subito per l'aspetto e l'alto costo (tra i 15 e i 18 euro per libri tra le 150 e le 200 pagine). 

i libri hanno il formato standard. ci dispiace che non abbiano incontrato il suo gusto, e comunque fra tante lodi per la qualità, una critica ogni dieci anni ci sta.

d'altra parte, prima di firmare il contratto, le sarebbe bastato acquistare un nostro titolo (ops... dimenticavo: tutti scrivono e vogliono pubblicare, ma in quanto all'acquistare libri...)

in quanto al costo dei libri, ne avevamo spiegato le dinamiche nel vecchio forum, almeno per quanto ci riguarda. ma ritorniamo a lei: 1- prima di firmare, sarebbe stato sufficiente andare nel nostro sito, dove sono riportati numero di pagine e prezzo, per rendersi conto. 2- nel contratto è riportato il prezzo di copertina. 3- abbiamo titoli tra i 15,00 e i 19,00 euro che hanno venduto svariate centinaia di copie, quindi...



Tralascio i termini del contratto poco favorevoli all'autore.

ammesso e non concesso che sia vero, qualcuno le ha puntato una pistola alla tempia per costringerla a firmare?



I tempi di consegna se acquistati su piattaforme di negozi on line, sono lunghissimi 3 - 4 settimane, che non invitano all'acquisto e con amazon mi dissero che non distribuivano. 

se prima di firmare il contratto così svantaggioso, avesse avuto la premura di visitare i negozi online, avrebbe potuto verificare che i tempi sono quelli, e se avesse letto le FAQ nel nostro sito, avrebbe avuto spiegazione del perché.

amazon: non è esatto. non abbiamo un nostro negozio, ma diversi nostri titoli sono disponibili su amazon tramite grossisti e librerie; questi soggetti decidono in piena autonomia (in seguito al buon andamento o meno delle richieste di un titolo), se rendere o meno disponibile un titolo su amazon.



Non credo che proporrò mai più un opera a questa casa editrice, rischi di bruciarti un buon testo. 

non possiamo piacere a tutti, è nella logica delle cose umane. d'altra parte, se qualcuno avrà tempo e volontà di sfogliare il nostro catalogo online, potrà vedere come diversi autori abbiano pubblicato più volte con montag.



Ciao

i nostri più cordiali saluti e migliori auguri di una carriera editoriale soddisfacente

Re: Montag editore

4
B.B. Mutt ha scritto: @montag Salve, posso approfittare per chiedervi quali sono i vostri tempi di risposta. Io ho inviato un manoscritto a inizio marzo, grazie. 
bungiorno,
se non ha ricevuto una risposta positiva entro 2 - 3 settimane, significa purtroppo che il testo non è stato ritenuto idoneo per la pubblicazione.
colgo l'occasione per scusarmi per una nostra cronica mancanza: il tempo è tiranno, e non riusciamo a risponedere anche in caso di esito negativo.
ci impegneremo per superare anche questo scoglio.

Re: Montag editore

5
Io ho pubblicato a suo tempo un romanzo con Montag e le critiche che ho letto nei confronti di questa casa editrice mi sembrano ingiustificate. Mi pare evidente che non stiamo parlando della Mondadori e di conseguenza chiunque pubblichi con Montag o con una casa editrice indipendente dello stesso tipo dovrebbe ben sapere che non può aspettarsi la promozione delle cosiddette 'big'. Il mio romanzo, sinceramente, non aveva refusi né errori di stampa. Cosa posso dire? Sarò stato fortunato? Non so, ma da questo punto di vista non ho rimostranze da fare. La polemica sul formato del libro mi pare davvero pretestuosa. A me è piaciuto, ma qui entriamo nell'ambito del gusto personale. Tuttavia, non mi spingerei a usare il termine 'quaderno' perché lo ritengo ingeneroso. Vorrei poi aggiungere una cosa: il contratto che firmai era chiaro e, per giunta, si stabiliva che avrebbe avuto la durata di due anni. Alla scadenza, l'autore è libero di fare come crede e. infatti, io lo sto riproponendo a un altro editore, non perché abbia qualcosa contro Montag, ma semplicemente perché l'altro editore ha già in catalogo altre mie opere e vorrebbe avere anche questo romanzo. Certo, magari Montag potrebbe fare qualche sforzo nei confronti della distribuzione, compresa quella degli store online, ma pure qui credo che queste 'mancanze' siano un elemento che caratterizza tante altre case editrici indipendenti. In parole povere, Montag non promette miracoli e noi autori emergenti non possiamo neanche pretenderli.

Re: Montag editore

6
sergio l. du ha scritto: Certo, magari Montag potrebbe fare qualche sforzo nei confronti della distribuzione, compresa quella degli store online, ma pure qui credo che queste 'mancanze' siano un elemento che caratterizza tante altre case editrici indipendenti. In parole povere, Montag non promette miracoli e noi autori emergenti non possiamo neanche pretenderli.
Grazie per le belle parole, Sergio, fanno sempre piacere...
comunque, dei piccoli chiarimenti per il discorso store online e distribuzione:

1- store online: dalle FAQ del sito www.edizionimontag.it: IBS, Mondadori, e altri importanti webstore non permettono ai piccoli editori di fare deposito presso di loro. A ciò si aggiunga che quando il libro arriva nel loro magazzino, non è immediatamente disponibile. Per far sì che sia tale, cioè che venga registrato da chi di dovere e quindi risulti in carico al reparto commerciale, possono passare anche diversi giorni. Tempistiche sulle quali non possiamo incidere.

2- distribuzione: libri diffusi, e soprattutto fastbook, del gruppo messaggerie, il cui database è presente ormai in tutte le librerie. per un piccolo editore come montag, più di così è francamente impossibile, perché:

A- messaggerie non distribuisce direttamente i piccoli editori (e comunque, anche se lo facesse, scordiamoci la bella favola del proprio libro in tutte le librerie, perché con gli autori ancora sconosciuti non succede nemmeno con mondadori).

B- se anche fosse possibile distribuire con messaggerie, per montag significherebbe un bagno di sangue economico tale, che in un paio di anni al massimo porterebbe alla chiusura di una realtà con quindici anni di vita. 
Rispondi

Torna a “Case editrici”

cron