[Agenzia] Laura Lepri Scritture

1
scritto su WD il 29-01-2021
https://www.writersdream.org/forum/foru ... ent=882205

Ho avuto modo di servirmi di questa agenzia. Ho prima valutato il sito, dove non veniva specificato, cosa che ho saputo dopo da altri, confermata dall'evidenza dei fatti, che la signora Lepri non legge i testi, ma si avvale di uno, o a questo punto credo più plausibile, più gruppi di lettura. Poi ho avuto un colloquio con la stessa, la disponibilità fatta persona.

La scheda di lettura conteneva qualche valutazione preziosa per me che non avevo fatto leggere a nessuno il manoscritto, e avevo bisogno di un riscontro professionale su un punto specifico, ma anche diversi "sfondoni". Alcune indicazioni sullo stile erano lasciate a metà, per cui non si capiva quanto le caratteristiche indicate fossero un bene o un male, allo stato dei fatti, nè come portarle avanti e soprattutto come o quanto correggerle.
La cosa grave era però ciò che indicava l'assenza di lettura o l'assoluta mancanza di capire cosa si legge, stretta parente di quanto sopra.
Si osservava una mancanza di informazioni su un argomento, quando ve ne era una intera pagina.
Non ci si era accorti di un passaggio chiave della trama, così si perdeva poi il filo. In merito a questo ho fatto leggere il passaggio a persone comuni, che hanno capito benissimo quello che all'Agenzia era sfuggito.
Ci si lamentava infine dello svolgimento stesso della trama, perchè ad un personaggio finale era riservato poco spazio in confronto agli altri. Capisco potesse essere piaciuto, ma se per esigenze narrative, deve comparire a due terzi del libro, necessariamente avrà meno spazio.

Quando mi sono accorta :

uno, di non poter usare che una sola delle osservazioni fatte perchè le altre erano monche
che il testo non era stato letto bene o a salti
che non si capiva cosa era successo e che il risultato era dannatamente inferiore a quanto sbandierato per telefono, ho cercato di avere un secondo colloquio, porte sbarrate

ho scritto una lettera dettagliando i passaggi, ma, nessuna risposta

Certo che se ad oggi io dovessi mandare un manoscritto alla prestigiosa CE milanese per cui la signora opera la selezione dei manoscritti, avrei problemi a farlo. Non mi sentirei tranquilla. Così come forse ne avrei se mandando un manoscritto all'agenzia letteraria che si rifà a lei, a lei personalmente per le valutazioni finali, se incerta sul da farsi e contasse sul suo parere per decidere. Questo succede quando i salotti prendono il posto del semplice lavoro di lettura. A mio parere. Non si può delegare più di tanto, e quando qualcosa di inceppa bisogna anche assumersene le responsabilità. E pensare che poi tutto questo costa anche di più di quanto poi ho scoperto si paga facendosi fare una scheda in realtà molto diverse.

Re: [Agenzia] Laura Lepri Scritture

2
@Sunday Times Leggo solo ora il tuo post, perché, per motivi sentimentali, non frequento il WD da quando ne è stata preannunciata la chiusura. Quanto da te dichiarato mi conferma nell'opinione che il ricorso alle agenzie, quasi tutte di non-rappresentanza mosse dall'unico obiettivo di vendere servizi all'aspirante scrittore di turno, sia un modo come un altro di perdere tempo e denaro. Se proprio c'è bisogno di ottenere una valutazione prima di confrontarsi col sistema editoriale, esiste la possibilità di rivolgersi a beta-reader che, oltre a non costare nulla, spesso forniscono valutazioni valide. O almeno, io la penso così.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]
Rispondi

Torna a “Agenzie”

cron