Re: (Agenzia) - Brassotti Agency & Associati

2
Nedo ha scritto: Sto pensando di contattare questa agenzia che, da un giro che ho fatto sul loro sito, parrebbe bene organizzata anche se molto giovane. Qualcuno ha avuto esperienze con loro e le può condividere qui su CdM?
Grazie per la segnalazione, non la conoscevo. Io ho mandato quanto chiedevano, anche perché è gratis; cosa accadrà dopo non ne ho idea.
Nel caso mi rispondano vi aggiornerò.

Re: (Agenzia) - Brassotti Agency & Associati

3
Fabioloneilboia ha scritto: Grazie per la segnalazione, non la conoscevo. Io ho mandato quanto chiedevano, anche perché è gratis; cosa accadrà dopo non ne ho idea.
Nel caso mi rispondano vi aggiornerò.
Intervengo per dare conto della mia esperienza: inviato testo per valutazione gratuita, ricevuto in pochi giorni una paginetta con qualche complimento (piuttosto generico e standard) e qualche segnalazione (abbastanza generica e standard) di aspetti da migliorare, oltre ad una espressa disponibilità a rappresentarmi edorialmente... previa sottoscrizione di 1) contratto (circa 400 euro) di incarico per l'editing, e 2) contratto di consulenza editoriale al costo di circa 120 all'anno. Mi sembrò subito evidente che la lettura-valutazione gratuita fosse una specie di astuzia commerciale per attirare l'autore-cliente nell'area della vendita di servizi e invogliarlo all'acquisto. Ovviamente risposi con un secco rifiuto.

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

7
Cacciugo ha scritto: Mi sembrò subito evidente che la lettura-valutazione gratuita fosse una specie di astuzia commerciale per attirare l'autore-cliente nell'area della vendita di servizi e invogliarlo all'acquisto. Ovviamente risposi con un secco rifiuto.
Non potrebbe essere che la tua opera aveva un qualche effettivo potenziale? La trovo in ogni caso una politica leggermente migliore rispetto a quella di chi fa pagare per la sola lettura, senza che ciò conduca mai ad alcuna rappresentanza. Che si debba pagare per un servizio editoriale ci potrebbe anche stare, se ciò non è fine a sé stesso, ma è finalizzato a un concreto risultato. Il problema piuttosto è un altro: questa agenzia collabora con alcuni editori (tranne Newton & Compton) che non sono ad un livello tale da consentire all'autore di recuperare quel possibile "investimento". 
Le regole del cavaliere

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

8
Wanderer ha scritto: Non potrebbe essere che la tua opera aveva un qualche effettivo potenziale? La trovo in ogni caso una politica leggermente migliore rispetto a quella di chi fa pagare per la sola lettura, senza che ciò conduca mai ad alcuna rappresentanza. Che si debba pagare per un servizio editoriale ci potrebbe anche stare, se ciò non è fine a sé stesso, ma è finalizzato a un concreto risultato. Il problema piuttosto è un altro: questa agenzia collabora con alcuni editori (tranne Newton & Compton) che non sono ad un livello tale da consentire all'autore di recuperare quel possibile "investimento". 
Le cose positive che scrissero sul romanzo erano osservazioni superficiali e non indicavano una lettura attenta. Anche questo mi indusse a rifiutare e a rivolgermi altrove. Adesso sono tre mesi che aspetto risposte da altre agenzie.

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

9
Dopo pochi giorni dall'invio ho ricevuto una risposta dalla Brassotti Agency anche io. C'è da dire che è abbastanza curioso, in un mondo di attese infinite, aver ricevuto due schede di valutazione, peraltro gratuite, lo stesso giorno. L'altra agenzia a cui mi riferisco è Germogli Letterari, per la quale ho aggiunto un post stamane.
Innanzitutto la scheda trovo sia interessante e redatta da una professionista, perché trovo gli elogi e i punti deboli non banali. Gli errori segnalati, inoltre, non sono né sciocchezze né facili da rilevare, anche per chi ha una buona capacità di scrittura. Quindi è sicuramente utile, pure se breve; ma assolutamente comprensibile visto che parliamo di un lavoro non pagato.
La mia esperienza con le agenzie si arricchisce di una quarta opinione (Grafein, Germogli Letterari, Brassotti e Gilam), di quest'ultima parlerò a tempo debito però, perché credo sia in divenire e, per ora, molto positiva.
Devo dire che tutte le 4 agenzie sopra mi hanno dato un parere più che positivo e spesso coerente. Nel senso che gli elogi sono andati nella stessa direzione. L'unica divergenza (e non da poco) è sulla necessità di revisione del testo. Se per tre di loro il testo richiede "revisioni minime", ha "refusi trascurabili" e questioni riguardanti l'impaginazione (che non ho fatto in alcun modo in effetti, non credevo ve ne fosse bisogno per un manoscritto), per la Germogli Letterari ha bisogno di un editing.
Tornando alla Brassotti l'esito della valutazione, in particolare, è più che positivo. Aggiungo che prima di inviarmi la mail hanno evidentemente cercato anche il mio profilo su Instagram, perché ora seguono il mio profilo, tra l'altro creato solo pochissimi giorni addietro.
Detto questo mi è stato detto che invieranno la contrattualistica a breve, che valuterò senz'altro. Cosa proporranno non ne ho idea, ma vi terrò informati.
L'esperienza è stata utile in ogni caso? Per me senza dubbi, che dall'altra parte ci sia un interesse economico mi pare ovvio, è un lavoro, non una passione. Chiaro che se non pagherò migliaia di euro per un editing è anche per le opinioni che ho ricevuto, ritengo che non ce ne sia bisogno.
Un'agenzia mi porterà ad una pubblicazione con una casa editrice a cui non potevo arrivare? Chi vivrà vedrà.

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

10
Fabioloneilboia ha scritto: Un'agenzia mi porterà ad una pubblicazione con una casa editrice a cui non potevo arrivare? Chi vivrà vedrà.
Questa è l'unica cosa veramente importante, e gli elogi delle agenzie (ben vengano se meritati, ma da prendere con una certa cautela, se si tratta di agenzie che vendono anche servizi editoriali) vanno commisurati soltanto a questo fattore. Questa agenzia sembra lavorare con editori di una certa importanza, e con altri piuttosto marginali. Difficile farsi un'idea del loro modus operandi. 
Le regole del cavaliere

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

11
Vi aggiorno perché ho ricevuto, come anticipato sopra, la contrattualistica dell'agenzia ed, anche, un lungo colloquio telefonico con la titolare.
Per i contratti propongono e richiedono varie cose, tutte da sottoscrivere:
- editing, per un importo in linea con quanto già segnalato sopra;
- consulenza editoriale, annuale e che include promozione ed organizzazione di presentazioni e similari, sempre per il costo riportato sopra;
- rappresentanza, ovvero collocazione presso le case editrici a fronte di una percentuale sulle royalties.
Tutto questo per quanto concerne i contratti.
Per quanto riguarda il rapporto con l'agenzia ed in particolare con Marilena Brassotti devo sottolineare che mi hanno fatto un'ottima impressione. Da una parte ho constatato, cercando i post dei vari autori sui social network, che sembrano molto contenti del lavoro dell'agenzia (come promozione, editing e supporto). Dal mio punto di vista personale hanno le idee molto chiare e propongono le opere alle case (anche grandi) che hanno collane in cui è possibile collocare i testi. Tra l'altro l'agenzia è giovane e ci saranno altri libri in uscita, anche a breve, con editori big. Hanno personaggi noti tra i loro autori, ma mi è piaciuto che hanno sottolineato che non fanno preferenze e che anche gli esordienti ben possono provare a raggiungere case grandi. Tra l'altro hanno un numero ristretto di autori e non vogliono ampliarlo troppo, a dimostrazione che non prendono tutti.
In generale, in ogni caso, credo diano un buon supporto per chi cerca sostegno a tutto tondo, con un ufficio stampa già dell'agenzia. Non tutte le agenzie offrono questo genere di servizi, peraltro inclusi nella modesta quota per la consulenza editoriale ed anche ampliabile su richiesta dell'autore.
Insomma, per chi non ha migliaia di follower e roba del genere mi pare utile.
Personalmente, avendo altre proposte, ci ragionerò su, ma l'impressione è molto buona.

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

12
Cacciugo ha scritto: Intervengo per dare conto della mia esperienza: inviato testo per valutazione gratuita, ricevuto in pochi giorni una paginetta con qualche complimento (piuttosto generico e standard) e qualche segnalazione (abbastanza generica e standard) di aspetti da migliorare, oltre ad una espressa disponibilità a rappresentarmi edorialmente... previa sottoscrizione di 1) contratto (circa 400 euro) di incarico per l'editing, e 2) contratto di consulenza editoriale al costo di circa 120 all'anno. Mi sembrò subito evidente che la lettura-valutazione gratuita fosse una specie di astuzia commerciale per attirare l'autore-cliente nell'area della vendita di servizi e invogliarlo all'acquisto. Ovviamente risposi con un secco rifiuto.
buongiorno, ho ricevuto anch'io la mail della Brassotti e la proposta è esattamente la stessa di quella di @Cacciugo. Anzi, per la precisione, nel mio caso il costo del contratto di consulenza editoriale è aumentato a 130 euro all'anno. La somma totale da sborsare ammonterebbe a più di 500 euro. Tralascio la superficialità della scheda di valutazione. Risponderò con un secco no grazie, tanto per fare il cafone. 

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

13
Buongiorno a tutti, la mia esperienza è simile alla vostra.
Ho mandato il manoscritto e dopo meno di 10 giorni mi hanno inviato una scheda tecnica. Ovviamente molti elogi standard, ma sicuramente hanno letto tutto e con attenzione perchè nei "contro" mi hanno segnalato un passaggio che avviene verso l'epilogo. Da questo punto di vista, molto professionali e puntuali.

Poi la botta. Revisione 600€ + canone 130€, che aggiunti agli altri spiccioli burocratici portano il tutto a 760€.
Magari avrebbero piazzato il mio titolo ad una casa editrice fantastica, ma a quel prezzo non lo scopriremo mai.

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

15
Jack ha scritto: Ciao a tutti. C'è qualcuno che è rappresentato da questa agenzia? Nel caso, come si trova? Stavo pensando di mandare loro il mio manoscritto, ma vorrei avere qualche informazione in più prima di avventurarmi. 
Io, per ora, ho detto no. Sono molto gentili e vedo che danno un buon supporto agli autori, anche a livello di promozione, con un ufficio stampa a disposizione. Si fanno pagare ma è comprensibile, hanno anche autori conosciuti. Mi hanno detto che posso ricontattarli quando voglio per rappresentarmi. L’idea che mi sono fatto dell’editoria è, però, che voglio provare prima coi concorsi, la pazienza non mi manca. Avendo parlato personalmente con la titolare il mio giudizio è positivo.

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

16
La mia esperienza con questa agenzia non e' stata molto positiva. La valutazione e' stata fatta in maniera grossolana rivelando una non lettura adeguata del testo e facendone conseguire un relativo costo di editing sovrastimato (cosa che ho fatto presente e che e' stata ammessa). Non sono arrivata a parlare con la titolare perche' dopo varie buche datemi, mi sono stufata. Magari e' solo la mia esperienza cosi' , ma il mio parere non puo essere positivo allo stato delle cose. 

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

18
Ciao a tutti.
Io e mia moglie siamo state autrici rappresentata dalla Brassotti per due anni e siamo appena scappate.
All'inizio tante belle parole e promesse, poi arriva la fregatura. Mi spiego meglio: dopo aver effettuato il cosiddetto editing dei primi due romanzi che abbiamo proposto, che in realtà non è stato altro che una superficiale correzione di bozze, il tutto ovviamente pagato insieme alla quota annuale, restiamo in attesa degli invii alle CE. Ci seguiva Marilena Brassotti in persona, che ci avrebbe dovuto mostrare la scheda di ogni libro e aggiornarci sugli invii alle CE. Peccato che non abbiamo mai visto le schede e che non ci abbia detto nulla degli invii, adducendo come scusa la sua scaramanzia: non voleva dirci a quali CE aveva inviato i romanzi perché altrimenti avrebbe portato sfortuna. E già...
Dopo mooolto tempo e tantissimi solleciti ci fa un elenco delle CE a cui, a detta sua, ha inviato i romanzi. A quanto pare nessuna le aveva ancora risposto tranne Giunti, che aveva rifiutato. Può essere pure, ma non abbiamo alcuna prova di ciò che ha detto.
Nell'estate dell'anno scorso ci dice che una grossa CE le ha chiesto di commissionare un romanzo, e ci ha chiesto di scriverlo. Noi, felicissime, scriviamo il libro entro settembre (il termine ultimo a sua detta), paghiamo l'editing (fortunatamente l'editor nel frattempo era cambiata e stavolta ci fa un vero editing), e aspettiamo. E aspettiamo.
E aspettiamo.
Ogni volta che chiediamo aggiornamenti ci viene detto che "ci vuole tempo". Fatto sta che un anno dopo ancora non sappiamo nulla.
Oltretutto, cosa gravissima, ad un certo punto spunta dal nulla un contratto con una CE a pagamento. Chiediamo spiegazioni e ci viene detto che 400 euro sono un prezzo irrisorio per avere il libro pubblicato, dato che facevano addirittura l'editing (che noi, ricordo, avevamo già fatto e pagato). Penso che questo dica già tutto, ma non è finita qui.
Arriva un altro contratto e lei ci dice di aspettare un secondo contratto con un'altra CE, per fare un confronto. Peccato che l'altra CE ci abbia messo mesi a inviarlo, e così il termine per firmare l'altro contratto è scaduto, perciò abbiamo fatto una bella figura di  ... con questa CE, che ci ha accusate di "snobbare" i piccoli editori, quando in realtà abbiamo solo seguito le indicazioni della nostra "agente" la quale, tuttavia, ha incolpato noi. Alla fine riusciamo a firmare il contratto con questa CE e anche con l'altra per un terzo romanzo, ma inizia un altro calvario: copertine che non rappresentano minimamente il romanzo, impaginazione dilettantesca e, tra l'altro, arroganza e scorrettezza da parte loro, che volevano farci pagare per rifare la cover quando sul contratto non c'è assolutamente scritto che dobbiamo pagare. La nostra agente, anziché tutelarci, ci attacca e difende la CE, e come se non bastasse va dall'altra CE con cui abbiamo firmato a dirgli che "facciamo problemi con le copertine", e non sappiamo che altro.
Roba da denuncia, anche perché ora che ce ne siamo andate ha avuto il coraggio di chiederci 292 euro forfettari per le future royalties dei libri per cui abbiamo firmato i contratti.
Penso che questo sia sufficiente a far capire quanto questa cosiddetta agenzia non sia affatto affidabile né professionale.
Spero di aiutare qualcuno a non compiere i nostri stessi errori.
Scrittrice, illustratrice e grafica

Creazione copertine, impaginazione professionale, personal branding
servizi editoriali: https://ariannadongu.wordpress.com/servizi
I miei libri: https://ariannadongu.wordpress.com/books

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

19
@ariannadongu Spiace sicuramente per la tua brutta esperienza, a me l’agenzia non aveva fatto una brutta impressione e leggo anche di vari autori che sono contenti della rappresentanza. Ma, quanto hai raccontato, non è di certo piacevole.
Spero, però, che avrete successo con le pubblicazioni con la casa editrice che avete trovato. Magari anche da una brutta esperienza può nascere qualcosa di buono.

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

20
@ariannadongu A parte tutto il resto, due aspetti del tuo sofferto rapporto con quest'agenzia mi colpiscono particolarmente: la proposta di contratto con una CE a pagamento e la richiesta di anticipo sulle future royalty. Che un'agenzia, dopo vari tira e molla, arrivi a proporre un contratto a pagamento, è scandaloso. Poi, anziché procurare all'autore assistito un anticipo su contratto, chiedono un anticipo sulle future commissioni. Siamo impazziti? Quante copie del tuo libro dovrebbero essere vendute per recuperare i costi sostenuti? E per arrivare a guadagnare qualcosa (perché non è che solo agenzie, editor e CE debbano guadagnare sul lavoro dell'autore, confinato nel ruolo di ufficiale pagatore)? La vogliamo smettere di foraggiare questo mercato delle vacche?
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

21
Fabioloneilboia ha scritto: - consulenza editoriale, annuale e che include promozione ed organizzazione di presentazioni e similari, sempre per il costo riportato sopra;
- rappresentanza, ovvero collocazione presso le case editrici a fronte di una percentuale sulle royalties.
Desideravo chiederti: anche la rappresentanza ha un costo oltre alle percentuali sulle royalties?
Defio ha scritto: Poi la botta. Revisione 600€ + canone 130€, che aggiunti agli altri spiccioli burocratici portano il tutto a 760€.
Magari avrebbero piazzato il mio titolo ad una casa editrice fantastica, ma a quel prezzo non lo scopriremo mai.
Partendo dal presupposto che ogni testo necessiti di una revisione, da qui poi le diverse speculazioni sul caso, "conviene" presentare un testo già pulito e in ultima analisi lasciare l'editing alle case editrici, naturalmente non a pagamento. Questo processo può concedere una maggiore sicurezza agli autori ed evitare di cadere nelle reti dei pescecani. Un'agenzia letteraria dovrebbe occuparsi della solo rappresentanza editoriale, l'editing compete alle case editrici che poi intendono pubblicare il romanzo. Conoscendo queste nozioni di base, si evitano inutili sperperi. Mi duole aggiungere, però, che sono tanti gli autori che alimentano questo mercato (per non parlare delle CE a pagamento), l'unica soluzione è iscriversi a forum o magari a un'associazione di scrittori, che prendano posizioni e proteggano i loro iscritti, magari facendogli firmare contratti in cui si impegnano a non pagare per quanto poi gli dovrebbe spettare. Pur essendo gli scrittori in numero maggiore rispetto ad agenzie e case editrici, c'è dispersione e questo permette a determinati soggetti di dettare le regole per tutti. 
ariannadongu ha scritto: Peccato che non abbiamo mai visto le schede e che non ci abbia detto nulla degli invii, adducendo come scusa la sua scaramanzia: non voleva dirci a quali CE aveva inviato i romanzi perché altrimenti avrebbe portato sfortuna. E già...
Io penso che non sia possibile rappresentare un autore a sua insaputa, anzi, da contratto tutto dovrebbe essere palese e certificato, questo nell'interesse di tutti. Quando iniziano a suonare questi campanelli d'allarme non si può restare sordi, appunto per questo chiedevo se anche la rappresentanza fine a se stessa avesse un costo.
Grazie per le vostre testimonianze.

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

22
@Uanema la rappresentanza è pagata con una percentuale sulle royalties. Aggiungo non bassa.
Per l’editing il costo non è alto se l’opera è lunga ed è fatto bene, ripeto ho letto di vari loro autori molto soddisfatti da questo punto di vista. Poi dire che ne vale la pena perché si arriva a una degna pubblicazione non saprei, l’agenzia pubblica anche con le big, ma i loro autori che sono arrivati in alto erano già famosi direi.
Altro non so.

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

24
In realtà, un'agenzia di rappresentanza non dovrebbe fare pagare l'editing all'autore, questo dovrebbe rientrare nella percentuale che prende sulle sue royalties. Diversamente dovrebbe accettare solo autori i cui manoscritti non richiedono alcun editing (salvo quello apportato in seguito dalla CE per esigenze interne).
La percentuale sulle roy, invece, dovrebbe orientarsi attualmente sul 15/20%. Proprio per questo, alle stesse agenzie converrebbe presentare l'autore solo a case editrici medie o big (ma anche piccole particolarmente inserite sul mercato).
Diverso è il discorso delle agenzie di soli servizi editoriali, che in quanto tali è legittimo che richiedano un pagamento per i servizi offerti. Ma in tal caso l'autore ci si rivolge con consapevolezza per esigenze personali (presentare un testo già potenzialmente valido agli editori, procedere in self, partecipare a concorsi, ecc...).
Il problema sono queste forme ibride attuali che spesso si celano dietro lo specchio allettante della rappresentanza, per poi proporre agli autori prima servizi a pagamento e poi CE alle quali potrebbero benissimo arrivare in autonomia.
Il fatto è che tali agenzie, tra cui anche Brassotti, pare, hanno anche la possibilità di puntare su nomi più famosi, che richiamano l'attenzione di altri autori, ma spesso questi sono arrivati a pubblicare con editori noti in autonomia e magari si avvalgono delle agenzie come questa per avere qualcuno che tratti al loro posto, ma avendo già una rinomanza tale da essere contesi tra più editori.
Ed è spiacevole e triste sapere che agli esordienti, invece, venga riservato il trattamento raccontato da @ariannadongu.

Re: [Agenzia] Brassotti Agency & Associati

25
Condivido quanto scritto da @ElleryQ. Quest'ultima testimonianza mi ha davvero colpito. Ma è davvero inutile nella situazione attuale rivolgersi a un'agenzia? 
Se chiedono di fare un editing a spese dell'autore è sempre sinonimo di spremitura dell'autore o ci sono agenzie che poi si interessano anche alla rappresentanza? In fondo è anche vero che molte CE tendono a esternalizzare il lavoro di editing.